Traduttore

sabato 1 dicembre 2018

Cibo e Salute di Vandana Shiva, Bhushan Patwardhan, Mira Shiva (Terra Nuova Edizioni)

Questo è un testo che non si può perdere!
Il punto di principio di questo libro è molto semplice: se non si registrerà, a breve tempo, un cambiamento dei meccanismi che guidano oggi la produzione di cibo, la sopravvivenza economica, ambientale e sociale verrà messa a dura prova, con conseguenze facilmente impensabili. Gli autori di questo libro, con il contributo di Franco Berrino, dall'osservazione del mondo di oggi, indicano le linee guida per "resistere" e per ricominciare. La via di uscita c'è, ed è percorribile, ma la salvezza della Terra necessita dell'impegno di ognuno di noi. Da leggere!

lunedì 19 novembre 2018

Storie del bosco antico di Mauro Corona (Mondadori, Oscar Junior)

Oramai è salito nella categoria dei "classici" anche se il libro è uscito solo nel 2005. In questa pubblicazione c'è un Mauro Corona in grande spolvero: ci racconta storie e leggende dei boschi alpini che nella vita l'autore ama frequentare. Mette l'attenzione sugli animali selvatici. Risponde anche alle domande. Perchè l'aquila ha il becco curvo? Perchè il ghiro dorme così tanto? Perchè la civetta ha quella fama negativa e lo stambecco quelle corna smisurate? E perchè gli asini hanno orecchie così lunghe? Questo è un libro adatto da leggere in quelle fredde serate davanti al camino. Ecco alcuni brani tratti dal testo: "Il cuculo aveva idee ingegnose, un inventore formidabile: ma tutti gli altri animali rifiutarono, con saggezza, quella deriva tecnologica. Il cuculo offeso se le tenne per sè finchè in una notte di tempesta, se la vide brutta cercando un riparo, una casetta nei nidi altrui. Fu assalito dalla malinconia che rimase nel suo canto". E noi ci chiediamo, perchè Mauro Corona è così bravo a scrivere? Lettura consigliata adatta a tutti.


venerdì 9 novembre 2018

Foliage di Duccio Demetrio ( Raffaello Cortina Editore)

Novembre è l'ultimo mese in cui nei boschi gli alberi ci donano lo spettacolo del foliage: la straordinaria festa dei colori che la Natura ci regala prima della spogliazione invernale. Ai vagabondaggi in campagna e alla loro capacità di curare la stanchezza e malinconia, il filosofo Duccio Demetrio ha dedicato un testo denso proprio come i frutti in questo periodo dell'anno. Questo libro lo si può considerare una guida misurata dai dipinti a tema autunnale dei grandi pittori, da Van Gogh a Monet che, pagina dopo pagina, parola dopo parola l'autore invita a respirare i profumi, a raccogliere rami e bacche e a camminare sui tappeti di foglie. Duccio ci guida dentro alla magia del "tempo esitante" stagione di metamorfosi e di semina di nuovi progetti. Chi va per foglie ritempra il corpo e anche l'anima.